Dietologia > Test delle intolleranze alimentari


Quelle che comunemente vengono chiamate “intolleranze alimentari” sono, in realtà, delle reazioni avverse (non tossiche) a determinati alimenti, che alcuni indicano con il termine di “allergie ritardate” o “allergie – non – allergie”.

Sintomi classici possono essere mal di testa, dermatite, gonfiore addominale.

Rispetto alle allergie, queste reazioni sono dose dipendenti e sono ritardate nel tempo, poiché i sintomi possono comparire anche nell'arco di 72 ore.

Elemento comune con le allergie, invece, è il coinvolgimento del sistema immunitario, seppure non si tratti di reazioni IgE mediate.

Gli ultimi studi mostrano che la mediazione avviene tramite le immunoglobuline di classe G (IgG) ma in particolare quelle di sottoclasse 4 (IgG4).

Cerascreen® Rapid
Cerascreen® Rapid è un test immunoenzimatico basato sul metodo E.L.I.S.A. che effettua la ricerca delle IgG4 in un campione di sangue capillare di 20µl.

L'utilizzo della metodica E.L.I.S.A., da decenni metodica standard di laboratorio, rende il test non solo attendibile (sensibilità 96%, specificità 98%) ma anche ripetibile, caratteristiche imprescindibili di qualsiasi analisi seria.

Il principio del test è molto semplice: si può essere “intolleranti” solo a degli alimenti per i quali il nostro organismo possiede una soglia di tolleranza. Se questa soglia viene superata possono comparire i sintomi elencati in precedenza.

La ricerca delle IgG4, quindi, consente di evidenziare non solo i casi di negatività e positività per un dato alimento, ma anche quegli alimenti per i quali il paziente ha una soglia di tolleranza.

Il test può essere eseguito ambulatorialmente.

L'analisi viene effettuata in maniera diretta su 20 alimenti, tra singoli e mix, individuati tra quelli che più frequentemente sono responsabili di queste forme di intolleranza. Tuttavia, il test consente di estendere, in maniera indiretta, i risultati ad un numero molto maggiore di alimenti (oltre 100).

Queste forme di intolleranza sono dose dipendenti, quindi  ha senso effettuare uno screening sugli alimenti che siano comunemente presenti sulle nostre tavole, pertanto le analisi dirette di decine di alimenti non aggiungono indicazioni significative per lo specialista.

Test  E. A.V. (Elettroagopuntura secondo Voll).


Metodologia e diagnostica mediante apparecchiatura E.A.V.

L’elettroagopuntura secondo Voll,  nata negli anni 50,  è uno dei metodi diagnostici d’elezione nell’esperienza clinica omotossicologica.

Per definizione, essa è una diagnosi medica di sistema che traduce misurazioni elettromagnetiche, effettuate su aree cutanee ben precise, in dati concernenti lo stato di salute d’organi, funzioni d’organo ed apparati.

Scopo dell’E.A.V. è il ripristino delle capacità d’autoregolazione fisiologica dell’organismo.

© 2015 Studio Medico Palermo - Dott.ssa Rosa Palermo


Viale Leonardo Sciascia n° 96 - Villaggio Mosè - 92100 - Agrigento

Tel/fax 0922 608505

email: info@studiomedicopalermo.it

P.IVA 01681450845


Privacy Policy